Per informazioni sulla pubblicità su questo sito web: advertising@quellicheinvestono.com

Bond IG alto rating decennali in Usd e Treasuries decennali.

Imark

Administrator
Membro dello Staff
Molti, direi quasi tutti, gli emittenti ed i bond trattati in sezione nascono da segnalazioni e richieste effettuate da amici e forumisti. Sono graditissime, più ce ne sono e meglio è.

Sia consentito anche a me di fare una segnalazione: bond IG (meglio se ad alto rating, non BBB-/negativo, e ancora meglio se titoli di stato ad alto rating Treasuries in primo luogo) in Usd.

Premessa: è una segnalazione che ho fatto qualche tempo fa, l'ultima volta a novembre, finora con scarsa fortuna. Eppure oggi mi pare più sensata che mai.

Su quali considerazioni si fonda questa valutazione. Intanto, diamo una occhiata alle esposizioni sui futures del T-note decennale, utilizzando le mappe di barcharts.com che chi di voi ha letto i 3D su oil e su Eur/Usd ha già visto in opera lì.

https://www.barchart.com/futures/commitment-of-traders/technical-charts/ZN*0

Ebbene, si osserva che i soggetti non commerciali (money managed, il risparmio gestito) e piccoli speculatori (i traders individuali) sono crescentemente short sul decennale Usa, specie questi ultimi. Il ragionamento dei piccoli e del risparmio gestito pare essere: i tassi Usa non possono che continuare a salire, dunque mi tengo alla larga dai titoli di stato, poiché i loro prezzi possono soltanto scendere nel medio periodo (alcuni mesi per l'obbligazionista).

Interessante il comportamento degli operatori professionali, che fino a metà ottobre erano stati short (il risparmio gestito allora era long, invece). A partire da quella data, gli operatori professionali si sono messi long ed hanno continuato ad accumulare posizioni long da allora, accellerando negli ultimi tempi, come si vede dalla carta.

Quindi, a partire da metà ottobre, gli operatori professionali credono che il T bond decennale salirà di prezzo e che i suoi rendimenti scenderanno, e ne sono apparentemente sempre più convinti. Un comportamento inspiegabile se si guarda al newsflow, giacché si sa che la Fed si è detta pronta ad alzare per 3 volte i tassi di interesse nel 2018, a partire dal meeting di marzo (20-21 marzo).

A questo punto mi sono chiesto cosa potesse essere successo a metà ottobre del 2016 e quale evento possa verificarsi prima del 20-21 marzo prossimo, tale da giustificare un cambiamento drastico delle politiche della FED in materia di tassi.

E poiché seguo i Venezuela bond, mi sono risposto che a metà ottobre il Venezuela è entrato tecnicamente in default e che, presumibilmente, l'evento che potrebbe indurre la Fed a mutare il corso della propria politica monetaria, facendo guadagnare molto bene i professionals che si sono posizionati long sui TdS Usa lunghi, riguarderà il Venezuela.

Se queste congetture avessero fondamento, avremmo l'arco cronologico in cui avverrà il default conclamato del Venezuela.

Da domani al 20 marzo ogni giorno potrebbe essere quello buono. Da guardare con particolare attenzione saranno i fine settimana. Prudenzialmente, ritengo che la data scelta per accellerare il default conclamato del Venezuela potrebbe essere un po' anticipata rispetto al meeting FED. Non credo facciano detonare il Venezuela pochi giorni prima del meeting. Cruciali saranno dunque i prossimi 30 giorni.
 
Ultima modifica:

Imark

Administrator
Membro dello Staff
Altre date, oltre ai fine settimana, da segnare con il cerchietto rosso perché particolarmente interessanti rispetto ad una eventuale accellerazione verso il default conclamato del Venezuela:

Scadenza opzioni USA: 16 febbraio 2018
Fine mese: 26-27-28 febbraio 2018
 

ginestra

Well-known member
Ciao Imark
per bilanciare il mio ptf in effetti avrei la necessita' di aumentare i bond ig . e'gia da qualche mese che compricchio qualcosa ma con difficolta' ; il corso del dollaro certo mi ha frenato ed in euro non ho trovato niente.
ultimamente il rendimento del decennale usa ha iniziato a farsi interessante.
ci sono altri corporate IG che stai monitorando ? se puoi segnalarli ... in alternativa un etf ( per i piu pigri).
ovviamente il tuo scenario prevede un rafforzamento del dollaro...
 

Imark

Administrator
Membro dello Staff
Ciao Imark
per bilanciare il mio ptf in effetti avrei la necessita' di aumentare i bond ig . e'gia da qualche mese che compricchio qualcosa ma con difficolta' ; il corso del dollaro certo mi ha frenato ed in euro non ho trovato niente.
ultimamente il rendimento del decennale usa ha iniziato a farsi interessante.
ci sono altri corporate IG che stai monitorando ? se puoi segnalarli ... in alternativa un etf ( per i piu pigri).
ovviamente il tuo scenario prevede un rafforzamento del dollaro...
Sì, se dai una occhiata al 3D EUR/USD, l'indebolimento dell'euro contro dollaro è nelle carte, mi chiedevo come mai con l'oil (situazione analoga, ma lì sono già a -10% fatto la scorsa settimana) fossero già partiti e con l'euro non ancora. Ora mi viene da pensare che il rafforzamento dell'USD andrà insieme con l'accellerazione sul default del Venezuela: quando c'è flight to quality, il dollaro sale sempre.

Ho d'occhio i General Electric lunghi, ma forse comprerei quello che hanno comprato i professionals, ossia direttamente il decennale USA.
 

Imark

Administrator
Membro dello Staff
Vediamo per altri titoli di stato non USA in USD, andrei su rating alti, lascerei perdere i Pigs. Ci sono anche quelli di istituzioni internazionali, tipo la World Bank
 

waltermasoni

Moderatore
Membro dello Staff
Salve a tutti . Appena iscritto . Spero di esservi utile.
Sono molto interessato a questa discussione e condivido in Toto quello che dici te imark.
Nei prossimi giorni farò delle segnalazioni sia degli acquisti effettuati sia della mia wach list

Negli ultimi 10 giorni acquistato

Apple 2023 US037833AK68 2,4%
Db 2024 US25152RXA66 3,7%
Poland 2023 US731011AT95 3%
Ebay 2024 US278642AL76 3,45%
Philip Morris 2026 US718172BT54 2,75%
 

Imark

Administrator
Membro dello Staff
Per esempio, della Banca Mondiale ce ne sono anche sul MOT
Salve a tutti . Appena iscritto . Spero di esservi utile.
Sono molto interessato a questa discussione e condivido in Toto quello che dici te imark.
Nei prossimi giorni farò delle segnalazioni sia degli acquisti effettuati sia della mia wach list

Negli ultimi 10 giorni acquistato

Apple 2023 US037833AK68 2,4%
Db 2024 US25152RXA66 3,7%
Poland 2023 US731011AT95 3%
Ebay 2024 US278642AL76 3,45%
Philip Morris 2026 US718172BT54 2,75%
Grazie, sono senz'altro interessanti. Apple e Philip Morris, salvo in caso di apocalisse, dovrebbero reggere a tutto il resto (y)
 

Imark

Administrator
Membro dello Staff
Un altro elemento di valutazione sul perché essere long Treasuries ed in genere bond IG USA si ricava dal BAML survey of global fund managers, il report mensile BofaMerrill Lynch che monitora come i manager dei fondi del risparmio gestito allochino circa 600 mld $ di risparmio gestito in tutto il mondo.

L'ultimo report disponibile è del 13 gennaio scorso, al prossimo mancano 2 giorni. Se qualche professionista che ne dispone subito volesse renderlo disponibile, sarei ben lieto di commentarlo. Intanto vediamo nel prossimo post come eravamo messi allo scorso 13 gennaio
 

Imark

Administrator
Membro dello Staff
Ecco dunque la situazione (cortesia di @urbancarmel, commentatore finanziario presente su twitter). Una analisi con la quale concordo appieno.

Come detto, l'esposizione del risparmio gestito su questo tema è da leggere in chiave contrarian

Il sottopeso in portafoglio del risparmio gestito sui bond era a gennaio a livelli storicamente molto elevati (a -67% sulla media storica nella graduatoria Bofa ML).

L'ultima volta che i bond sono stati così sottopesati dal risparmio gestito (-60% a marzo ed aprile 2017) il T bond decennale è passato da un rendimento del 3% ad uno del 1,6% nei successivi 13 mesi. Il prezzo è dunque fortemente salito, e questo torna perfettamente con il comportamento attuale dei professionals sul future. Non per niente, come si è visto sopra, si sono posizionati long sul future del T bond 10y in misura crescente nelle settimane scorse .

La freccia nello schema mostra dove siamo ora, il bottom evidenziato in verde la analoga situazione di sottopeso della primavera 2017.

Aggiungo il link ai dati del report commentati da Urban Carmel sul suo blog, è in inglese, ovviamente. Sulla rete trovate anche il penultimo report disponibile messo a disposizione dalla banca.

http://fat-pitch.blogspot.com.mt/2018/01/fund-managers-current-asset-allocation.html
 

Allegati

Ultima modifica:

Imark

Administrator
Membro dello Staff
grazie .
unico peccato; quotano sopra la pari.
Cercando, ce ne dovrebbero essere con cedola piccola che quotano sotto la pari. Magari non sono proprio decennali. Magari non sono sull'EuroTlx... Vedo che trovo sul mio tool, datemi una mano cercando sui vostri ;)
 

Imark

Administrator
Membro dello Staff
Sul tool UBS trovo solo decine di Treasuries inflation linked coupon, che ovviamente hanno prezzi che crollano perché le aspettative inflazionistiche con eventi di questo tipo collassano... :D Poi dicono le banche svizzere, vatti a fidare :D

Modifico, sto cercando di capire perché con "Treasury" sul mio tool becco solo inflation linked T-Bond...
 
Ultima modifica:

Imark

Administrator
Membro dello Staff
Cari amici, vi rammento che le mie sono congetture, basate su alcuni dati. I dati sono dati, quindi non discutibili. E segnalano l'interesse ad esporsi su certi bond. Le congetture possono benissimo essere sbagliate, ad esempio il collegamento con il Venezuela. Ognuno con la propria testa, sempre
 
Ultima modifica:

Imark

Administrator
Membro dello Staff
Intanto, un altro osservatore corretto dei mercati finanziari USA, Charlie Bilello, direttore ricerche di Pension Partners, si interroga come mai al recente calo borsistico non abbia fatto seguito alcun calo nelle aspettative di rialzo dei tassi da parte della FED. Faccio notare come peraltro sia la FED attraverso i governatori che hanno parlato la settimana scorsa, sia il governo USA per bocca del ministro del Tesoro, hanno detto di non voler reagire a movimenti borsistici di breve periodo.

In questo scenario, ad esempio, il Venezuela non è preso in alcuna considerazione.

https://twitter.com/charliebilello
 

Imark

Administrator
Membro dello Staff
Un altro evento, diverso dal Venezuela, che potrebbe spiegare il comportamento dei "commercials" circa i futures è una eventuale recessione. Peccato che nei dati macroeconomici USA e globali non se ne scorga traccia, ad oggi.
 

waltermasoni

Moderatore
Membro dello Staff
Heineken: raggiunto target utile 2107 a 1,93 mld(+25,6%), cedola 1,47 euro (+9,7%)
Impatto acquisizioni su margine operativo. Crescita in 2018 (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Roma, 12 feb - Il produttore di birra Heineken ha raggiunto i propri obiettivi per l'anno 2017 in termini di utili e vendite mentre il margine operativo e' stato limitato dalle acquisizioni di Basil Kirin, Punch e Lagunitas. Il gruppo ah chiuso il 2017 con un utile netto in crescita del 25,6% a 1,93 miliardi di euro e l'utile adjusted in progresso del 7,1% a 2,247 miliardi. Il fatturato si e' attestato a 21,89 miliardi, in aumento del 5,3% (+5% crescita organica). Il gruppo olandese proporra' un dividendo di 1,47 euro per azione, in aumento del 9,7% rispetto al 2016 con un payout ratio del 37,3%, in linea con la dividend policy del 30-40% del profitto netto.
Heineken ha dichiarato di vedere una ulteriore crescita di ricavi organici e degli utili nel 2018, pur con condizioni economiche che continuano a rimanere volatili e un impatto ancora negativo atteso dai cambi. Escludendo gli imprevedibili sviluppi macroeconomici e politici imprevisti, Heinek punta di realizzare un aumento del margine di utile operativo di circa 25 punti base.
red-Ale (RADIOCOR) 12-02-18 08:16:25 (0101)FOOD 3 NNN


io in portafoglio ho questa OB.HEINEKEN 3.50% USD 29GEN28 USN39427FV1
 

Imark

Administrator
Membro dello Staff
Volevo postare gli ISIN dei General Electric che ho in watch però in chiave speculativa, non da cassetto. Non lo faccio perché la ristrutturazione in essere in GE ed il possibile breakup della conglomerata pesano molto e negativamente sui corsi di questi titoli, nonostante il rating degli stessi sia elevato.
 

Imark

Administrator
Membro dello Staff
Sul tool UBS trovo solo decine di Treasuries inflation linked coupon, che ovviamente hanno prezzi che crollano perché le aspettative inflazionistiche con eventi di questo tipo collassano... :D Poi dicono le banche svizzere, vatti a fidare :D

Modifico, sto cercando di capire perché con "Treasury" sul mio tool becco solo inflation linked T-Bond...
Allora, trovato finalmente i termini giusti per la ricerca sul tool, i bond sono venuti fuori. Cedola piccola scadenza circa decennale

1,625% US Treasury 2026 US912828P469
1,5% US Tr 2026 US9128282A70 è sul MOT
2,375% US Tr 2027 US912828X885
2,25% Us Tr 2027 US9128282R06
2,75% US Tr 2028 US9128283W81
 
Ultima modifica:

ginestra

Well-known member
Allora, trovato finalmente i termini giusti per la ricerca sul tool, i bond sono venuti fuori. Cedola piccola scadenza circa decennale

1,625% US Treasury 2026 US912828P469
1,5% US Tr 2026 US9128282A70 è sul MOT
2,375% US Tr 2027 US912828X885
2,25% Us Tr 2027 US9128282R06
2,75% US Tr 2028 US9128283W81

preso
https://www.eurotlx.com/it/strumenti/dettaglio/US912828XB14
t-bond scad 5.25 cedola 2,125 a 95.6 rend lordo 2.78
t-note dovrebbe fare meglio delle obb societarie in caso di storni ....
 
Alto