Per informazioni sulla pubblicità su questo sito web: advertising@quellicheinvestono.com

Bond Webuild (ex Salini), Euro, tasso fisso scadenze 2021-3.75% XS1435297202; 2024-1.75% XS1707063589; 2027-3.625% XS2102392276

Tony

Well-known member
Comprendo i dubbi sui titoli lunghi più lunghi ma che il bond scadenza 2021 scambi sotto 100.5....

Ho verificato se fosse venuta fuori la decisione di S&P sul creditwatch negativo.

Per ora non ci sono ancora indicazioni, tuttavia uno dei fattori di valutazione, quello compartimentale, vede le stime di S&P un po' meno peggio delle previsioni iniziali, con un calo dei fatturati nel 2020 per i player del settore che dovrebbe essere nell'ordine del 15-20% ed un recupero sui livelli pre-covid solo a fine 2022.

1592578302799.png
 

Buyorsell

Moderatore
Membro dello Staff
Webuild: Salini, e' il momento di investire in infrastrutture

MILANO (MF-DJ)--Per l'Italia serve un "grande piano, un "nuovo Piano Marshall" e "vedo che il governo, in questa situazione straordinaria, è pronto a fare qualcosa per tutti. Dopo questa pandemia è assolutamente necessario per l'Italia. L'Italia sta investendo in infrastrutture solo l'uno per cento circa del suo prodotto interno lordo. Ora è il momento di cambiare le cose, perché non possiamo perdere nemmeno un minuto".
E' quanto dichiara il numero uno di Webuild, Pietro Salini, in un'intervista all'Handelsblatt, nella quale esprime il proprio "orgoglio" per l'intera squadra della ricostruzione che e' riuscita "a farlo bene e così velocemente nonostante il tempo fosse sempre brutto a Genova e nonostante la pandemia. Si è lavorato senza sosta".
Il nuovo ponte ideato dall'architetto Renzo Piano è considerato in Italia, spiega il quotidiano tedesco, "Il miracolo di Genova", perché , a partire dal primo schizzo, passando per tutti i permessi fino all'esecuzione, tutto è avvenuto all'insegna dell'efficienza e della velocità, cosa non scontata nel paese della burocrazia debordante. Il ponte verrà riaperto in agosto, con il tempo record di costruzione di dieci mesi.
"Il paese ha bisogno di un vero capo come lui - uno che lavora in modo che le cose funzionino bene - dice di Salini Marco Palmisano, ex dirigente di Mediaset e presidente del Club della Comunicazione Santa Chiara. Se gestisce così bene tanti dipendenti in tutto il mondo lo può fare anche con 60 milioni di italiani. Tuttavia alla domanda se può immaginare una sua entrata in politica, Salini sorride. "Nella mia professione cerco di dare il meglio per il paese", dice. E così l'argomento per lui è chiuso.
Nel 2019 l'azienda ha realizzato un fatturato annuale di 5,3 miliardi di euro, ma Salini non vuole ancora dare cifre per quest'anno. "Non conosciamo ancora quale sarà la portata delle ripercussioni della pandemia, ma il nostro settore lavora in modo anticiclico, i nostri contratti durano molti anni e si svolgono in molti paesi, siamo pertanto meno colpiti", dice. Salini svolge in Italia il 18% dei propri affari. In borsa il prezzo delle azioni, solo nell'ultimo mese, è salito oltre l'11%.
 

Tony

Well-known member
Ha stornato fino ad 88 il 2021, poi ha ripreso a salire. La situazione attuale lo vede impegato nel tentativo di superare una linea di prezzo quasi storica a 91,8-92, che ha operato svariate volte sia da resistenza che da supporto.

Sopra, riuscisse a salire, una chiusura sopra i 92,6 sarebbe utile conferma del trend rialzista, poiché segnerebbe un nuovo top di movimento.

Sotto, in caso di respingimento, supporti in area 89,80-90,20.

Momentum Rsi 14 su valori neutrali.

Vedi l'allegato 5467
Sono trascorse oltre due settimane dal precedente aggiornamento, i bond 2024 è sceso leggermente nelle due successive e da allora ha preso a lateralizzare seguendo la traccia della bollinger inferiore daily.

In un uptrend questo genere di correzioni sono poco rischiose ed anzi sono spesso una buying opportunity, nel contesto attuale pure - dovesse il mercato calare - probabilmente prima cercherebbe di portare il titolo più in alto. Si attende una correzione dei temi speculativi, ma la lateralizzazione attuale per equity ed HY potrebbe ben durare ancora settimane. Nessuno può dire.

Direi quindi un hold con l'accortezza di tenerlo un po' d'occhio, semmai chi trada potrebbe pensare di venderlo in caso di salita ad un test fallito delle sma corte o della bollinger superiore.

1593779882826.png
 

Tony

Well-known member

Pubblicato il giudizio di Fitch.
Mi pare che per il bond 2021 non ci siano rischi .
Dovrebbe arrivare a giorni anche S&P. Siamo abbastanza "a pelo" con la conservazione del rating per Fitch, sempre per il problema del leverage e grazie anche ad un migliorata valutazione del profilo del rischio Italia nella sua qualità di committente di opere pubbliche. Dovranno fare grande attenzione a non avere incidenti di percorso nel prossimo anno e sperare di non impattare in insoluti legati alla residua esposizione sui mercati emergenti.

Secondo me il 2021 resta piuttosto tranquillo nella prospettiva del ripagamento (prima della vicenda covid lo davo per assolutamente sicuro), potrà muoversi un po' nei corsi con i saliscendi del mercato, ma tanto quasi ci siamo.
 

Tony

Well-known member

A breve arriverà anche il giudizio di S&P in merito al creditwatch. Vediamo quanto benevolo. Altri 300 mln € di incremento del capitale circolante nel H1/2020, causa cantieri rallentati/chiusi e ritardi nella produzione e nei pagamenti che verranno recuperati, si dice, nel H2/2020.

Dalle esposizioni residue nei paesi emergenti (Etiopia, Tagijkistan, altro) c'è da augurarsi non vengano problemi
 

Kellerzabel

Well-known member
A breve arriverà anche il giudizio di S&P in merito al creditwatch. Vediamo quanto benevolo. Altri 300 mln € di incremento del capitale circolante nel H1/2020, causa cantieri rallentati/chiusi e ritardi nella produzione e nei pagamenti che verranno recuperati, si dice, nel H2/2020.

Dalle esposizioni residue nei paesi emergenti (Etiopia, Tagijkistan, altro) c'è da augurarsi non vengano problemi

non mi pare una buona semestrale, ma certo il lockdown ha picchiato duro...che ne pensi ?
 

Tony

Well-known member
non mi pare una buona semestrale, ma certo il lockdown ha picchiato duro...che ne pensi ?
Certamente è così, ha inciso il covid con i suoi effetti nei diversi paesi in cui opera Salini. L'integrazione di Astaldi esdebitata aiuterà i risultati del gruppo, l'impatto del virus si spera sarà attenutato/modesto nella stagione autunnale, le condizioni di operatività in Italia sono migliorate, grazie alle normative menzionate nel documento e speriamo bene.

Una serie di punti rimane non valutabile. Sono riusciti a farsi pagare il dovuto dagli etiopi ? Salini aveva dichiarato tempo addietro che si trattava di un problema risolto, poi si è appreso (noi qui, gente normale) da un report di S&P che non era tale e dopo, boh. Altri paesi emergenti daranno problemi ? Boh.

C'era la questione del backlog troppo consistente - un paradosso, ma Salini ha un rating basso - con la difficoltà in prospettiva di trovare finanziatori per prestare le necessarie fidejussioni a garanzia del compimento dei lavori. Salini dichiarò che erano alla ricerca di un soggetto internazionale che li affiancasse. Premesso che la situazione dei mercati finanziari è molto migliorata negli ultimi mesi, sarebbe interessante sapere come è andata a finire. E' questo ancora un problema, si è risolto da sé per il miglioramento menzionato, si è cercato/reperito il partner internazionale di cui sopra ?

Vediamo che ne pensa S&P, di mio valuto punto di forza di Salini (gli azionisti: Cdp, banche) e punti di debolezza (vedi sopra) e credo che il principale che potrebbe causare guai nel breve è quello di eventuali inadempimenti dei committenti, salvo che il covid non generi pasticci grossi nei mesi a venire.

Sulla scadenza breve secondo me Salini è ok, la lunga la eviterei.
 
Ultima modifica:

Buyorsell

Moderatore
Membro dello Staff
Webuild: con Progetto Italia fatturato "aggregato" a 6,3 mld

MILANO (MF-DJ)--Webuild cresce con Progetto Italia: il fatturato "aggregato" raggiungerebbe i 6,3 miliardi di euro, con un incremento del 15%.
E' prevista in "forte miglioramento" anche la posizione finanziaria netta, dato che l'integrazione di Astaldi, prevista entro la fine dell'anno (l'omologa al concordato arrivata due settimane fa e' "irrevocabile e con efficacia immediata") avra' un impatto positivo dal punto di vista finanziario.
Con Progetto Italia e' previsto inoltre per l'anno in corso un rafforzamento del patrimonio netto e del portafoglio ordini.
fch
(END) Dow Jones Newswires
July 30, 2020 07:50 ET (11:50 GMT)
 

_soppa_

Well-known member
Salini dichiarò che erano alla ricerca di un soggetto internazionale che li affiancasse. Premesso che la situazione dei mercati finanziari è molto migliorata negli ultimi mesi, sarebbe interessante sapere come è andata a finire. E' questo ancora un problema, si è risolto da sé per il miglioramento menzionato, si è cercato/reperito il partener internazionale di cui sopra ?

anche Astaldi aspettava i giapponesi a un certo punto... E se non ci fosse dentro CdP a mio avviso sarebbe messa uguale. Prima di valutarla positivamente aspetterei qualche commessa seria in posti vagamente stabili, anche un piano infrastrutturale in Italia (il famoso "progetto Italia" che per ora è tanto fumo e poco arrosto) mi andrebbe bene, ma al momento ne sto alla larga.
 

Tony

Well-known member
anche Astaldi aspettava i giapponesi a un certo punto... E se non ci fosse dentro CdP a mio avviso sarebbe messa uguale. Prima di valutarla positivamente aspetterei qualche commessa seria in posti vagamente stabili, anche un piano infrastrutturale in Italia (il famoso "progetto Italia" che per ora è tanto fumo e poco arrosto) mi andrebbe bene, ma al momento ne sto alla larga.

A parte averla sempre valutata criticamente, salvo ritenere che nel breve possa farcela (senza problemi di sorta prima del covid e grazie alla donazione di sangue dei creditori Astaldi, adesso con qualche cautela in più), però c'è il progetto per l'impianto australiano che vale da solo il 20% del backlog (l'Australia è molto stabile), quello per l'alta velocità ferroviaria in Texas che pure è consistente e molti altri presi di recente, con l'80% in paesi occidentali non problematici.

Ci sono poi progetti presi in carico in paesi in via di sviluppo alcuni anni fa e che sono in realizzazione o ultimazione adesso. Ecco, su questi potrebbero esserci problemi.

Non ho personalmente bond di questo emittente, si seguono perché interessano ai forumisti.
 

_soppa_

Well-known member
nemmeno io sono investito, ma il rendimento appetitoso lo pone di diritto in wl.

Il problema a mio avviso è proprio questo: devono pagare quelli nei posti strani e quelli buoni non sono in fase avanzata.


un altro aspetto secondo me da considerare, ma che non so valutare, è il rischio valuta derivante dall'esposizione internazionale. Perchè uno pensa "ma figuriamoci, si proteggeranno in qualche modo" e poi per Astaldi si scoprì che non era così. Poi sicuramente sbaglio io a utilizzare gli stessi canoni di giudizio per una azienda che gode di una salute molto diversa, ma schivato un proiettile una volta tendo a essere molto cauto.
 

Tony

Well-known member
Sul bond 2024 aggiornamento grafico che mostra una fase per ora moderatamente negativa accentuatasi con la semestrale.

Il giovedì 30 luglio con la presentazione della semestrale il bond ha visto una escursione molto forte, con un'apertura sui massimi di seduta, un calo sul minimo daily di quasi 3,5 figure ma anche una reazione intraday piuttosto robusta con il recupero della bollinger inferiore, poco sotto la quale è stato fatto il minimo di seduta, ed una chiusura di oltre 2 figure superiore al minimo.

Ritestata nella seduta successiva al ribasso, la bollinger inferiore ha nuovamente tenuto. L'assetto grafico è ora negativo, con la bollinger inferiore a fare da supporto e le sma corte invertite in assetto ribassista.

L'Rsi 14 a 25 segnala a sua volta una condizione di ipervenduto. Se la discesa non trovasse un trigger, un elemento che la accentua, anche una reazione di temporaneo rimbalzo non è da escludere, con sma 5 e sma 13 che dovrebbero però contenerla.

1596453846763.png

Un altro elemento che induce alla cautela sono i volumi. Sui bond Webuild volumi elevati sui mercati retail hanno sempre chiamato i top o più in generale l'esaurimento di fasi rialziste, mentre mai si sono visti in presenza di bottom.

I volumi segnati al giovedì scorso sono i secondi più elevati nei 12 mesi, con il precedente top rappresentato dalla seduta del 7 novembre scorso. Il bond 2024 non mancò di salire ulteriormente - in misura marginale, tuttavia - nelle sedute successive e lateralizzò ancora a lungo, facendo anche massimi di movimento migliorati sia a metà dicembre 2019 che a metà gennaio 2020. Migliorati di poco, però: circa una figura sul valore del 7 novembre. Seguì poi la discesa di marzo.

Il grafico con l'aggiunta dei volumi

1596454686548.png
 

Tony

Well-known member
Ho guardato ancora oggi, S&P per ora non ha sciolto la riserva sul creditwatch negativo su Salini/Webuild.

La valutazione dovrebbe tuttavia arrivare in tempi brevi, con la semestrale già diffusa ai mercati. A mio avviso un giudizio che non si risolvesse in un downgrade potrebbe occasionare un rimbalzo dei titoli, mentre un downgrade potrebbe spingere più in basso.

L'altro fattore da tenere d'occhio è il più generale andamento dei mercati speculativi. Una tenuta porta rimbalzo e poi lateralizzazione, un calo potrebbe dare anch'esso una spinta verso il basso.
 

Charlie

Well-known member
Webuild: Meistro, rete infrastruttutale assolutamente inadeguata
GENOVA (MF-DJ)--"Siamo molto orgogliosi di avere avuto questa opportunita'' per dimostrare la nostra capacita'' di gestore di sistemi complessi, e vorremmo continuare perche'' in Italia ce n''e'' davvero bisogno dato che la rete infrastrutturale e'' assolutamente inadeguata e necessita di massicci interventi di manutenzione". Lo ha affermato Nicola Meistro, a.d. di Webuild per la ricostruzione del viadotto sul Polcevera e a.d. di PerGenova, durante un incontro con la stampa in attesa della cerimonia di inaugurazione del nuovo ''Ponte San Giorgio''. "Se ne parla da anni ma non si riesce mai a fare", ha proseguito, "e l''esperienza del ponte ha dimostrato che con lo spirito giusto le cose si possono fare: abbiamo messo a fattor comune il meglio del settore dell''ingegneria italiana" per ricostruire il Ponte in tempi record. Secondo Meistro, "il modello Genova si basa sulla collaborazione, bisogna abbandonare il modello del contendere", che nel nostro Paese spesso rallenta la costruzione delle opere.
 
Alto