Per informazioni sulla pubblicità su questo sito web: advertising@quellicheinvestono.com

Newsflow, fondamentali e trading sul BTP: analisi operativa

Buyorsell

Moderatore
Membro dello Staff
Ue: Recovery Plan da 750 mld euro da raccogliere con emissione debito

MILANO (MF-DJ)--L'Unione europea ha definito un Recovery Plan in risposta alla crisi del coronavirus da 750 miliardi di euro e una proposta per il Quadro Finanziario Pluriennale da 1.100 miliardi di euro.
Se approvato, il piano rappresenterebbe un passo storico nel mettere insieme le finanze nazionali dei 27 Stati membri dell'Ue. La proposta della Commissione europea segue un analogo piano franco-tedesco presentato la scorsa settimana e consentirà significativi nuovi trasferimenti di denaro tra i Paesi membri finanziati tramite l'emissione di debito comune.
Il piano mira a fornire rapidamente una massiccia iniezione di denaro per i membri più colpiti del blocco, senza aumentare i livelli di debito, già in aumento, dei Paesi del sud, tra cui Italia, Spagna e Grecia. Il nuovo debito dell'Ue verrebbe ripagato nel corso di diversi decenni, a partire dal 2028. Una parte del denaro extra inizierebbe a fluire già quest'anno per fermare il collasso delle società e mantenere gli investimenti pubblici durante la crisi.
Tutti i paesi dell'Ue dovranno approvare il piano finale, che comprende 500 miliardi di euro di sovvenzioni a fondo perduto e 250 miliardi di euro di prestiti ai Paesi membri colpiti duramente dalla pandemia. Nonostante per raggiungere l'approvazione saranno necessari molti compromessi difficili, è probabile che i maggiori disaccordi nascano sulla divisione tra sovvenzioni e prestiti.
Un gruppo di Paesi del nord, più ricchi, tra cui Paesi Bassi, Danimarca, Austria e Svezia hanno già messo in dubbio il piano. Soprannominati i "quattro frugali", vogliono evitare il rischio politico derivante dal far ripagare ai loro contribuenti il debito dell'Unione europea emesso per finanziare le ingenti spese dei Paesi del sud, finanziariamente più deboli.
Il piano, se approvato, risponderebbe anche alle richieste della Banca centrale europea affinché i Governi della regione abbinino la sua politica monetaria accomodante a sforzi fiscali coordinati e su larga scala. I funzionari dell'Ue sono preparati ad affrontare settimane di discussioni sul piano e sperano che i leader nazionali possano incontrarsi di persona a giugno, per il Consiglio Europeo, per trovare un compromesso, anche se molti sostengono che potrebbero essere necessari ulteriori colloqui e che un accordo prima dell'estate non è garantito.
cos
(END) Dow Jones Newswires
May 27, 2020 08:03 ET (12:03 GMT)

Tutta questa euforia senza aver ancor visto un soldo. Il mercato dei btp premia lo sforzo fatto ma cosa è stato approvato e quando lo sarà?
La torta probabilmente la vedo ancora solo io in vetrina :unsure: e in effetti il rendimento dei btp scende forte.
 

Imark

Administrator
Membro dello Staff
Ue: Recovery Plan da 750 mld euro da raccogliere con emissione debito

MILANO (MF-DJ)--L'Unione europea ha definito un Recovery Plan in risposta alla crisi del coronavirus da 750 miliardi di euro e una proposta per il Quadro Finanziario Pluriennale da 1.100 miliardi di euro.
Se approvato, il piano rappresenterebbe un passo storico nel mettere insieme le finanze nazionali dei 27 Stati membri dell'Ue. La proposta della Commissione europea segue un analogo piano franco-tedesco presentato la scorsa settimana e consentirà significativi nuovi trasferimenti di denaro tra i Paesi membri finanziati tramite l'emissione di debito comune.
Il piano mira a fornire rapidamente una massiccia iniezione di denaro per i membri più colpiti del blocco, senza aumentare i livelli di debito, già in aumento, dei Paesi del sud, tra cui Italia, Spagna e Grecia. Il nuovo debito dell'Ue verrebbe ripagato nel corso di diversi decenni, a partire dal 2028. Una parte del denaro extra inizierebbe a fluire già quest'anno per fermare il collasso delle società e mantenere gli investimenti pubblici durante la crisi.
Tutti i paesi dell'Ue dovranno approvare il piano finale, che comprende 500 miliardi di euro di sovvenzioni a fondo perduto e 250 miliardi di euro di prestiti ai Paesi membri colpiti duramente dalla pandemia. Nonostante per raggiungere l'approvazione saranno necessari molti compromessi difficili, è probabile che i maggiori disaccordi nascano sulla divisione tra sovvenzioni e prestiti.
Un gruppo di Paesi del nord, più ricchi, tra cui Paesi Bassi, Danimarca, Austria e Svezia hanno già messo in dubbio il piano. Soprannominati i "quattro frugali", vogliono evitare il rischio politico derivante dal far ripagare ai loro contribuenti il debito dell'Unione europea emesso per finanziare le ingenti spese dei Paesi del sud, finanziariamente più deboli.
Il piano, se approvato, risponderebbe anche alle richieste della Banca centrale europea affinché i Governi della regione abbinino la sua politica monetaria accomodante a sforzi fiscali coordinati e su larga scala. I funzionari dell'Ue sono preparati ad affrontare settimane di discussioni sul piano e sperano che i leader nazionali possano incontrarsi di persona a giugno, per il Consiglio Europeo, per trovare un compromesso, anche se molti sostengono che potrebbero essere necessari ulteriori colloqui e che un accordo prima dell'estate non è garantito.
cos
(END) Dow Jones Newswires
May 27, 2020 08:03 ET (12:03 GMT)
Tutta questa euforia senza aver ancor visto un soldo. Il mercato dei btp premia lo sforzo fatto ma cosa è stato approvato e quando lo sarà?
La torta probabilmente la vedo ancora solo io in vetrina :unsure: e in effetti il rendimento dei btp scende forte.

Sempre parlando in teoria. Mettiamo tu fossi entrato long al segnale. Adesso saresti in fase valutativa per una uscita. Sulla violazione di 1.439%, hold, altrimenti sarebbe un sell.
 

Imark

Administrator
Membro dello Staff
1,447% è anche sma 13 monthly. Potrebbe qust'area rappresentare un almeno temporaneo punto di arrivo del rialzo del BTP

PS: occhio anche ad un'altra cosa, in prospettiva: 1.439% è low della precedente barra monthly, una inside bar. Una violazione ribassista del minimo, specie se con close monthly inferiore ad esso, darebbe un consistente segnale long sul Btp decennale
Sempre parlando in teoria. Mettiamo tu fossi entrato long al segnale. Adesso saresti in fase valutativa per una uscita. Sulla violazione di 1.439%, hold, altrimenti sarebbe un sell.
Per ora ha indugiato dalle parti di sma 13 monthly, senza decidersi se attaccare. Ancora un seduta e mezzo per dare, oppure per non dare, l'eventuale secondo segnale long BTP decennale, con proiezione decisamente interessante.

Guarderò anch'io, sarebbe coerente con uno scenario benigno ai long sui temi speculativi la violazione di 1.439%
 

Imark

Administrator
Membro dello Staff
1.435% entrato il secondo segnale long

Dopo il segnale, resta un hold per i long decennale ed eventuali correzioni sono occasioni di ingresso/consolidamento della posizione, imho.

Il rendimento è in un'area di supporti (dunque, resistenze per il Btp decennale): la bollinger mediana weekly in particolare a 1.429%, la cui caduta darebbe accellerazione al movimento rialzista del decennale, con possibilità di uno spike.

C'è anche un problema di momentum, molto compresso sul Tf daily, per cui in queste sedute di storno dei temi speculativi il rendimento coglie occasione per recuperare condizioni di momentum più neutrale (Rsi 5 daily aveva fatto bottom ieri al close a 7.3, un valore effettivamente molto basso).

Il Tf weekly vede l'inversione ribassista di sma 5 e l'appiattimento di sma 13. L'occhio resta puntato sulla bollinger mediana, l'attesa per i long decennale potrebbe essere ben compensata.

Mentre scrivevo il rendimento è passato da +0,8% a flat

1590743943117.png
 

Imark

Administrator
Membro dello Staff
Dopo il segnale, resta un hold per i long decennale ed eventuali correzioni sono occasioni di ingresso/consolidamento della posizione, imho.

Il rendimento è in un'area di supporti (dunque, resistenze per il Btp decennale): la bollinger mediana weekly in particolare a 1.429%, la cui caduta darebbe accellerazione al movimento rialzista del decennale, con possibilità di uno spike.

C'è anche un problema di momentum, molto compresso sul Tf daily, per cui in queste sedute di storno dei temi speculativi il rendimento coglie occasione per recuperare condizioni di momentum più neutrale (Rsi 5 daily aveva fatto bottom ieri al close a 7.3, un valore effettivamente molto basso).

Il Tf weekly vede l'inversione ribassista di sma 5 e l'appiattimento di sma 13. L'occhio resta puntato sulla bollinger mediana, l'attesa per i long decennale potrebbe essere ben compensata.

Mentre scrivevo il rendimento è passato da +0,8% a flat

Vedi l'allegato 5096

Al punto, è stata una settimana benevola per i long Btp decennale. Nella seduta di venerdì, il primo tentativo di violazione della bollinger mediana weekly si è risolto in un respingimento, ma la cosa non sorprende, trattandosi di una resistenza solida e stanti le condizioni di momentum daily descritte nel post quotato.

Il Tf weekly

1590943604561.png

Il Tf monthly è particolarmente importante per il long, essendo entrato il segnale di violazione del precedente minimo mensile su di una inside bar del rendimento, per consuetudine un segnale long di quelli importanti, ad elevata probabilità di avveramento.

Il tentativo di affondo rialzista del Btp decennale di venerdì è incocciato non solo sulla bollinger mediana weekly, ma anche su sma 13 monthly dei rendimenti, a 1,4467%, è normale che non si sia passati "in cavalleria" al primo tentativo, ma sia occorso un respingimento

Anche il quadro grafico mensile tuttavia rimane positivo e propizio per il long Btp decennale.

1590944344875.png
 

Tony

Well-known member
In una prospettiva di medio periodo (qualche mese ?) questa non è una buona notizia per i Btp

BANCHE - Ipotesi congelamento del Mark to Market sui BTP 02/06/2020 10:31 - WS

FATTO

Su MF si dà conto della possibilità che il Parlamento UE possa varare il congelamento dell’impatto negativo sui coefficienti patrimoniali delle banche causato dall’adeguamento del valore dei titoli di Stato detenuti nel portafoglio trading ai prezzi di mercato. Dietro al provvedimento ci sarebbe l’Abi ed i parlamentari italiani. La nuova norma dovrebbe prevedere la sospensione completa degli effetti per l’anno in corso e fino al 2022, dal 2023 si dovrebbe scendere all’80% e poi al 50% nel 2024. Nello stesso articolo, si riferisce che un’altra proposta dell’Abi, quella relativa alla sospensione fino ad ottobre 2021 dei dividendi e delle cedole sui bond ad alto rischio AT1 sarebbe stata lasciata cadere.


EFFETTO
La sterilizzazione degli effetti del cosiddetto Mark to Market darebbe una maggiore stabilità ai coefficienti patrimoniali. Una sospensione del pagamento delle cedole dei bond AT1 potrebbe comportare un aumento del premio per il rischio per il settore.
 
Ultima modifica di un moderatore:

Buyorsell

Moderatore
Membro dello Staff
In una prospettiva di medio periodo (qualche mese ?) questa non è una buona notizia per i Btp
In effetti l'eventuale approvazione di una regola di questo genere se da un lato sarebbe favorevole per le banche nel breve , dall'altro lato potrebbe nel medio , lungo periodo e a ridosso delle scadenze di queste regole protettive dei coefficenti patrimoniali favorire la speculazione e indurre le banche a vendere btp, imho ovviamente.
Tuttavia credo che chi propone tali regole consideri anche la futura ripresa dei dati degli indicatori macroeconomici e soprattutto l'atteggiamento "benevolo" per lungo periodo della BCE che tra l'altro mi sembrerebbe orientata ad ampliare ancora le misure dei QE.
 

Tony

Well-known member
In effetti l'eventuale approvazione di una regola di questo genere se da un lato sarebbe favorevole per le banche nel breve , dall'altro lato potrebbe nel medio , lungo periodo e a ridosso delle scadenze di queste regole protettive dei coefficenti patrimoniali favorire la speculazione e indurre le banche a vendere btp, imho ovviamente.
Tuttavia credo che chi propone tali regole consideri anche la futura ripresa dei dati degli indicatori macroeconomici e soprattutto l'atteggiamento "benevolo" per lungo periodo della BCE che tra l'altro mi sembrerebbe orientata ad ampliare ancora le misure dei QE.
Mi viene da pensare che le banche ne hanno tanti, non si vuole che li vendano in vista di una possibile risalita dei rendimenti, e allora gli si dice: potete tenerli, tanto il calo dei prezzi non impatta i ratios patrimoniali, imponendovi di elevare il capitale (il che a propria volta significherebbe meno prestiti, più richieste di rientri ecc.).

Il che però implicherebbe un possibile andamento in calo...
 

Tony

Well-known member
Al punto, è stata una settimana benevola per i long Btp decennale. Nella seduta di venerdì, il primo tentativo di violazione della bollinger mediana weekly si è risolto in un respingimento, ma la cosa non sorprende, trattandosi di una resistenza solida e stanti le condizioni di momentum daily descritte nel post quotato.

Il Tf weekly

Vedi l'allegato 5120

Il Tf monthly è particolarmente importante per il long, essendo entrato il segnale di violazione del precedente minimo mensile su di una inside bar del rendimento, per consuetudine un segnale long di quelli importanti, ad elevata probabilità di avveramento.

Il tentativo di affondo rialzista del Btp decennale di venerdì è incocciato non solo sulla bollinger mediana weekly, ma anche su sma 13 monthly dei rendimenti, a 1,4467%, è normale che non si sia passati "in cavalleria" al primo tentativo, ma sia occorso un respingimento

Anche il quadro grafico mensile tuttavia rimane positivo e propizio per il long Btp decennale.

Vedi l'allegato 5122

Qui in realtà, come si era detto, è entrato un segnale long forte, ossia ad elevata probabilità di avveramento, anche se non ha poi avuto un effetto immediato, dato che le resistenze di cui si era detto stanno facendo il loro lavoro: resistere, appunto.

Succede così che la bollinger mediana weekly ed insieme sma 13 monthly stiano per ora tenendo ai tentativi di violazione, come da Tf weekly sotto, dopo quello della scorsa settimana. (il Tf monthly lo aprite da voi ;) )

1591262110903.png

Cosa si fa in questa situazione ? Chi trada con i segnali era entrato long Btp già sul primo segnale, ormai circa due settimane fa, quando si scrisse ed ha fatto hold.

Nella situazione attuale, sarà ancora hold, oppure potrebbe approfittare per incrementare in presenza di segnali tecnici di due tipi: 1) violazione ribassista (per i rendimenti, rialzista per il Btp) della bollinger mediana weekly; 2) tentativo del rendimento di riportarsi sopra sma 5 weekly ora a 1,6638 e respingimento deciso.

C'è da considerare anche la sciagurata ipotesi ossia che, nonostante il secondo segnale long, il Btp non salga nelle settimane a venire, ma scenda. Molto improbabile, ma da includere nel vostro bad plan. Quali sono i limiti al di sotto dei quali l'hold diventerebbe un sell ? L'area di cross che vedete nel grafico sopra fra sma 5 e sma 13 weekly. Quella deve essere tenuta.
 
Ultima modifica:

Tony

Well-known member
Bce: espande Pepp di 600 mld euro

(END) Dow Jones Newswires
June 04, 2020 07:48 ET (11:48 GMT)


Candelone verde in formazione sui BTP.
Com'è che faceva quella canzone ? Minchia, signor tenente... I long Btp sono partiti col botto, basta confrontare con il grafico Tf weekly postato in mattinata.

1591271513471.png
 

Tony

Well-known member
(Verosimile) Pullback a smaltimento dell'ipervenduto sui Tf corti del rendimento. Tutti i wannabe trader, queste sono cose che si guardano e si memorizzano, come quando si va a fare una battuta di pesca. Sempre Tf 1 h

1591273343637.png
 

Tony

Well-known member
(Verosimile) Pullback a smaltimento dell'ipervenduto sui Tf corti del rendimento. Tutti i wannabe trader, queste sono cose che si guardano e si memorizzano, come quando si va a fare una battuta di pesca. Sempre Tf 1 h

Vedi l'allegato 5192
Smaltimento ipervenduto sui rendimenti, Tf 15m. Non sono andati da nessuna parte, tenendosi a debita distanza dalla resistenza violata, e tuttavia...

1591285281377.png
 

Tony

Well-known member
Smaltimento ipervenduto sui rendimenti, Tf 15m. Non sono andati da nessuna parte, tenendosi a debita distanza dalla resistenza violata, e tuttavia...

Vedi l'allegato 5199

Il nemico è scappato, è vinto, è battuto. Dietro alla collina non c'è più nessuno, ecc.

Ragion per cui i long BTP continuano nel lavoro di smaltimento dell'ipervenduto sul rendimento. C'è da tirare su livelli accettabili il Tf 1h prima di ripartire long, un po' ci vuole.

Tf 1h, stato dell'arte

1591346189326.png
 

condor74

Moderatore
Membro dello Staff
Il nemico è scappato, è vinto, è battuto. Dietro alla collina non c'è più nessuno, ecc.

Ragion per cui i long BTP continuano nel lavoro di smaltimento dell'ipervenduto sul rendimento. C'è da tirare su livelli accettabili il Tf 1h prima di ripartire long, un po' ci vuole.

Tf 1h, stato dell'arte

Vedi l'allegato 5220

Certo che un trader che cita De Gregori io non l'ho mai visto 😛
 

Tony

Well-known member
Certo che un trader che cita De Gregori io non l'ho mai visto 😛
Avendo una certa età, vengo dal tempo in cui gli adolescenti erano molto politicizzati. A destra cantavano di nascosto Generale, a sinistra cantavano di nascosto Piccolo grande amore. ;)

Adesso se ne infischiano e tutti cantano quello che gli pare.

Probabilmente sia uno dei pochi passi avanti fatti dal Paese.
 
Alto