Per informazioni sulla pubblicità su questo sito web: advertising@quellicheinvestono.com

Saipem

condor74

Moderatore
Membro dello Staff
graficamente ha anche lasciato un gap a 1,61 , per me è prematuro entrare. Non mi spiego però la situazione in generale.

Guarda, sulle oil company sono combattutissimo, figuriamoci su questa che da febbraio ha perso oltre il 50%. Mi dico che però se si va verso una correzione dell'equity difficilmente le oil company si salveranno. Al limite se il quadro dovesse chiarirsi in positivo, ci saremo tolti dei dubbi e ridotto il rischio di un'entrata azzardata. Quindi ci dovrebbero essere momenti migliori comunque dal punto di vista del risk/reward.
 

_soppa_

Well-known member
concordo con te, ancor di più con una situazione grafica decisamente compromessa come in questo caso. Di strada per salire in corsa dovremmo averne.
 

_soppa_

Well-known member
Sono andato a documentarmi un po' e la situazione non mi pare casuale nè così frutto di "attacchi speculativi" come si legge altrove.

Scorrendo le attività di saipem c'è poco che si salvi o possa essere "convertito" al green: fondamentalmente fanno prospezioni, trivellazioni, messa in pronto di impianti di estrazione, oleodotti e gasdotti.
Tecnologicamente sono un leader in un settore che al momento sembra non interessare a nessuno e, peggio, ostracizzato dall'opinione pubblica assetata di green (questa storia mi ricorda la "febbre da pannelli solari" di qualche anno fa... Ma non divaghiamo)
Hanno una flotta di tutto rispetto ma che come qualsiasi asset tecnologico invecchia rapidamente, una 40ina di navi tra perforazione e costruzione più 4 per trasporto/stoccaggio. Ha qualche commessa per attività di costruzione di banchine portuali ma poca roba giusto per tenere occupata la manovalanza e far girare qualcosa.

Sul rinnovabile sono a zero, salvo qualche buona intenzione o poco più


A fine gennaio gli attori oltre al 3% erano questi:
ENI 30,54%
CDP 12,55%
Capital Research & Management Company 4,94%
Eleva Capital SAS 3,07%

e vedendo ENI al 30% comincio a capire perchè scende anche lei, al netto di quanto già detto nell'altro thread e fatte le dovute proporzioni tra le due società.

Economicamente non sono in grado di capirci gran che ma stando a ciò che ho trovato
non pare una tragedia, almeno fino all'anno scorso.

Idee operative?
 

Cimabue

Active member
Mah, ormai dal punto di vista grafico di appigli per imbastire una strategia per capire SE e/o QUANDO reagirà, IO ne vedo pochini.


1601201035908.png
 

_soppa_

Well-known member
sì graficamente è da buttare e basta. Se e quando inverte ci si può fare un pensiero... Però ho il tarlo che qualcuno possa provare a mangiarsela, certo che con dentro CDP ed ENI diventa complicato.
 
Alto